Il Buon Riso di Mamma: andare al cuore delle persone per ottenere User Generated Content

Il Buon Riso di Mamma: andare al cuore delle persone per ottenere User Generated Content

#ilbuonrisodimamma l’iniziativa social che racconta le papille gustative del cuore

 

Il Buon Riso è il riso di Torino dal 1949.

Per generazioni di torinesi, l’iconico pacco rosso di riso è una presenza familiare, che si vedeva prima nella cucina della nonna, poi in quella della mamma.

Con l’andar del tempo il pubblico invecchia, e se prima si vendeva alle mamme e alle nonne, ora bisogna parlare alle figlie e alle nipoti.

E per parlare alle nuove generazioni ho scelto di sfruttare il legame sentimentale che il tradizionale pacco rosso del Buon Riso evoca in ogni torinese.

La strategia è stata questa: rinnoviamo la generazione vecchia di consumatrici, e parliamo alle figlie, alle nipoti di queste affezionate consumatrici, andando a stimolare il legame sentimentale che c’è nelle case dei torinesi con il tradizionale pacco rosso del Buon Riso.

Così ho creato l’iniziativa #IlBuonRisoDiMamma per unire più generazioni, invitando foodblogger e instagramer a scrivere la nuova storia del Buon Riso.

 

Il concecpt dell’iniziativa:

cucina un piatto di riso come lo faceva mamma, poi reinterpretalo secondo il tuo gusto contemporaneo, ad esempio usando un impiattamento moderno, un ingrediente nuovo, un abbinamento inconsueto.

E per fare leva sull’aspetto sentimentale delle foodblogger e Instagramer della rete che mi sono creato, le Signore del Buon Riso, ho allegato in ogni pacco di fornitura di prodotti una lettera strappalacrime, che diceva fra l’altro…

Tutti abbiamo iniziato a cucinare guardando cosa faceva mamma e provando insieme a lei.

In ogni piatto che prepariamo c’è sempre un po’ di mamma.

Questo vale in particolare per il Buon Riso, che a Torino e in Piemonte è il “riso di famiglia” quello che usava già la mamma, e prima di lei la nonna.

Proviamo a cucinare così.

Realizziamo un piatto di riso proprio come lo faceva mamma.

E poi rifacciamolo aggiungendoci un tocco nuovo, contemporaneo.

Il tocco fantasioso può essere usare il riso nero Venere al posto del tradizionale Arborio, o inserire un ingrediente che ai tempi della mamma non si usava, ad esempio un contorno di sushi o una guarnizione di glassa di aceto balsamico e bacche di goji.

Oppure un impiattamento contemporaneo con coppapasta e decori vari, al posto del classico risotto all’onda come si usava ai tempi della mamma.

L’iniziativa consiste quindi nel creare ogni piatto in due versioni:

-uno fedele alla ricetta di mamma

-uno reinterpretato con un tocco contemporaneo nella scelta degli ingredienti,

nella preparazione, nell’impiattamento

E usiamo come hashtag #ilbuonrisodimamma per comunicare questo legame indissolubile che attraversa la vita di tutti noi.

In questo modo ho ottenuto User Generated Content decisamente interessante, entrando in contatto con nuove foodblogger con cui si sono create delle fruttuose collaborazioni.

L’hashtag #ilbuonrisodimamma ha fatto da contenitore per tutto il materiale prodotto, che ho utilizzato per proporre foto e ricette sui canali Facebook e Instagram Buon Riso.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *